Romeo e Giulietta

Dance Opera

Coreografie di Renato Greco e Maria Teresa Dal Medico

Lo spettatore rimarrà coinvolto dal plateale dramma ormai conosciuto, rivisitando le nicchie più intime del dialogo amoroso, scoprendo che il fraseggio della danza classica si integra con la parola e che la musica enfatizza la descrizione drammaturgica dell’azione. Un nuovo linguaggio di danza ci trasporta in un ambiente nuovo: sembrerà di assistere alle scene di un film…
Esperienze vissute dai coreografi, che hanno più volte danzato i celebri pas de deux del repertorio classico e moderno, che hanno assistito più volte alle rappresentazioni teatrali e cinematografiche per la regia di Franco Zeffirelli, che hanno studiato e confrontato le diverse composizioni musicali di S. Prokofie’v, di P. I. Chajkovskj e di H. Berlioz, che hanno vissuto la rivoluzione di ” West side story” con le musiche di Leonard Berstein e con le coreografie di Jerome Robins; una rivoluzione dell’orientamento artistico dal classico al modern-jazz.
Le coreografie di questo lavoro sono il frutto di queste esperienze; lo spettacolo è la risposta alle tendenze di un pubblico, esperto e non, che potrà apprezzare tutta la sua potenza espressiva. La fedele riproduzione dei versi shakespeariani in lingua originale enfatizza i sentimenti e le espressioni d’ amore, di odio e di passione.
La danza rende più efficace ogni carattere: Mercuzio, virtuoso della parola, diventa giullare e mago dell’azione. Paride rivalutato quale amante e vittima dell’amore. Romeo e Giulietta, amanti,martiri e colpevoli della morte e del loro amore tanto quanto i loro genitori.
Shakespeare, sadico cultore della tragedia greca, muove le fila di questo jeux de la vie.
Una grande mela, segno di vita, d’amore , di “peccato” e d’amicizia accoglie la scena del dramma. Questo frutto si spacca in due metà, diverse e complementari e nel suo interno uno specchio riproduce la verità dei momenti più intimi ed esaltanti della storia d’amore di tutti i tempi.