TGDC – Curriculum

Nel 1970 nasce la Compagnia Italiana di Danza Contemporanea, con precise finalità quali la diffusione della danza moderna in Italia ed un aggiornamento del repertorio classico attraverso uno spettacolo in grado di riscuotere maggiori consensi popolari (intendendo con questo termine lavori rigorosi dal punto di vista tecnico, ma con tematiche più accessibili per le masse). Danza Contemporanea va inteso da subito come “danza di oggi”, e si basa sul principio di non adottare combinazioni di passi codificati nel linguaggio stereotipato del balletto classico, ma di creare nuove forme di espressione. Le particolari caratteristiche tecniche ed artistiche della Compagnia erano tali da consentire il decentramento urbano degli spazi deputati allo spettacolo di balletto; ed infatti Enti Culturali, Comuni, Aziende Autonome durante gli anni
hanno invitato la Compagnia non solo nei teatri ma anche nelle scuole, nelle piazze dei paesi e nei quartieri periferici. Per prima in Italia, la Compagnia Italiana di Danza Contemporanea quale Balletto di Renato Greco, ha pionieristicamente inseguito il decentramento dello spettacolo di danza, realizzando tra tournée invernali ed estive, circa cento spettacoli ogni anno in città, paesi e borgate, luoghi dove la danza prima non aveva mai avuto spazio. In questi anni, tra l’altro, la Compagnia è stata il banco di prova per molti danzatori di rilievo, oggi primi ballerini di prestigiose compagnie estere o coreografi di propri gruppi di danza. Il Balletto di Renato Greco Compagnia Italiana di Danza Contemporanea nella fusione artistica con l’Associazione IVIR Danza è denominato dal 2000 TEATRO GRECO DANCE COMPANY.

1981: la Compagnia inizia la sua lunga serie di tournée all’estero, dove presenta per ben due anni consecutivi il balletto “Malgré Tout”, in collaborazione con il Ministero Affari Esteri.

1983: Renato Greco realizza per la Compagnia il balletto “Donna Laura di Carini”, presentato in prima mondiale al Malta International Arts Festival, riscuotendo consensi unanimi da parte di pubblico e critica. Alla fine dell’anno, infatti, il balletto ottiene un riconoscimento quale “Balletto più originale per il 1983 in Italia…” (Gino Tani – Il Messaggero).

Maggio 1984: la Compagnia viene invitata in Etiopia dove effettua due spettacoli al Teatro Nazionale di Addis Abeba, riscuotendo ancora una volta un successo entusiasmante.

A Malta viene rappresentato in prima mondiale il balletto “Etruria”, creato per la celebrazione dell’anno dedicato all’Arte Etrusca.

In collaborazione con la Regione Lazio in occasione dell’apertura del Consolato Italiano a Wolfsburg, la Compagnia effettua una tournèe in Germania.

1985: con il balletto “Etruria” viaggia in tournèe in varie città della Germania, a Nairobi (Kenia), esibendosi infine nuovamente ad Addis Abeba (Etiopia)

Con l’intervento della CEE e della Regione Lazio, istituisce i Corsi di Specializzazione Professionale per Danzatori, dai quali provengono molti degli elementi che formano la Compagnia.

1986: effettua tournèe in Spagna, Germania e Malta.

1987: con il nuovo balletto “Vita Bohemienne” è in Spagna, Germania ed Austria, dove ripropone anche “Malgré Tout”, in occasione dell’Anno dell’Ecologia.

1988: la Compagnia gira in vari paesi: Austria, Germania, Malta, Marocco e Stati Uniti.

1989: effettua tournèe in U.R.S.S. e Marocco e nel Dicembre dello stesso anno ritorna negli USA, presentando alla Brooklyn Academy of Music di New York, gli spettacoli “Vita Bohemienne” e “Donna Laura di Carini”.

1990: tournée in Germania, Bulgaria, Egitto e Marocco.

1991: tournée in Cina ed in Brasile.

1992: tournée in Marocco, Egitto e Canada.

1993: è di nuovo in Marocco ed in Egitto.

1994: insieme alla Regione Lazio, istituisce i Corsi di Formazione Professionale per Tecnici Teatrali.

1994 -1995: organizza per il Comune di Roma – IX Rip. “Città come scuola” attività di danza nelle scuole e nei teatri.

1995: si esibisce al Teatro dell’Opera de Il Cairo e ad Alessandria D’Egitto con lo spettacolo “Dietro le quinte”.

1996: la Compagnia Italiana di Danza Contemporanea si trasforma in Balletto di Renato Greco e trasferisce la propria sede presso la struttura del Teatro Greco di Roma, struttura destinata alla danza, alla musica e alla commedia musicale. Nello stesso anno il Balletto di Renato Greco organizza il Corso di Avviamento Professionale per Danzatori – Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento dello Spettacolo.

Aprile 1997: debutta con “Talk about a child”, prima Dance Opera italiana, con la quale effettua una breve tournée durante l’inverno.

Dicembre 1997: organizza un Concorso Internazionale di Danza Jazz ed il Corso di Formazione Professionale Laboratorio Coreografico per il Comune di Chieti – Teatro Maruccino.

Maggio 1998: il Balletto di Renato Greco realizza “The Blues Brothers Picture Show” offerto in esclusiva a Roma dalla Universal Studios Networks e dalla Stream.

1999: Spettacolo “Trilussa favole in balletto”, dedicato al poeta romanesco e interpretato da Mario Scaccia ed Edoardo Sala. Rappresentazione al Teatro Greco di Roma e tournée estiva.

Nello stesso anno effettua con la collaborazione de Le Ballet Jazz Art di Parigi uno stage con Raza Hammadi e Maria Teresa Dal Medico.

2000: il Balletto di Renato Greco ha effettuato spettacoli a Roma e in tutta Italia riproponendo due produzioni del suo repertorio dal titolo “Caino e Abele” e “Malgre Tout”.

2001: viene creato il Balletto “Mirage” per la coreografia di Maria Teresa Dal Medico lo spettacolo viene rappresentato al Teatro all’aperto di Villa dei Cesari dell’Accademia Nazionale di danza. Viene rappresentato al Teatro Pirandello di Agrigento un nuovo allestimento di “Vita Bohemienne” con la partecipazione di Oriella Dorella, ottenendo il tutto esaurito per 6 repliche consecutive. Elementi della Compagnia si alternano tutte le domeniche, in passi a due, per la trasmissione “In Famiglia” RAI due coreografie di Renato Greco. Questi balletti ricevono uno share del 40%.

2002: al Teatro Greco in occasione della manifestazione di beneficenza Per non dimenticare i VV.F. deceduti in servizio viene rappresentato lo spettacolo “Malgré tout” che ottiene un record di incasso devoluto a favore delle famiglie.

2002-2003: vedono il successo di importanti produzioni quali ” Le Quattro Stagioni” suggestivo balletto sulle musiche de “Le Stagioni” di Vivaldi eseguito con orchestra dal vivo, l’originale versione della “Carmen” su musiche di Georges Bizet, e i due spettacoli “FlamencoTangoJazz” e “Ballando Cantando”, in cui le coreografie di Renato Greco e Maria Teresa Dal Medico hanno entusiasmato il pubblico e avvicinato molti neofiti alla danza.

2003: per il Medifestival – Valle dei Templi di Agrigento viene presentato in prima mondiale un’originale versione di “Romeo e Giulietta ” , dance opera in cui la prosa, il canto e la danza si fondono in un unicum originale e moderno, guest artist Novikova Eughenia, Dmitri Smirnov, Giuseppe Pambieri. A Roma lo spettacolo viene replicato al Teatro Greco per tre settimane con Fara Grieco, Alessandro Molin.

2004: per la prima volta in scena “Odysseus Dance Opera di Renato Greco” a Fasano. Mentre i successi del repertorio della Compagnia si ripropongono in una tournée che li porta a Padula, a Paestum, a Volci con “Romeo e Giulietta”, ad Agrigento Medifestival alla Valle dei Templi con “Etruria” ed in Sardegna con “Malgrè Tout”.

2005:

- 20 gennaio 2005 - “ Odysseus Dance Opera” al Greco

- Maggio 2005 - “Flamenco Tango Jazz” al Greco

- 19 maggio 2005 – “Magnificat” e “Odysseus” nella straordinaria cornice dell’Anfiteatro Flavio di Roma: spettacolo in onore di Giovanni Paolo II, in occasione della VII settimana della cultura promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali, Dipartimento per lo Spettacolo e lo Sport.

- Ottobre 2005 - “Tango Jazz” in tour in Sardegna

Novembre e dicembre 2005: “Jazz Danza Jazz”

2006: dal 5 gennaio al 5 marzo 2006 “Odysseus Dance Opera di Renato Greco” al Teatro Greco per la prima volta in 64 repliche!!!